PANNA COTTA 1

Panna cotta con salsa al caramello

Panna cotta con salsa al caramello. Un dessert classico degli anni '70 e '80 di facile preparazione e che ancora viene proposto in tanti locali.

Con questa ricetta partecipo al Calendario dell’Avvento del Club del 27 di novembre 2021 che si basa su ricette tratte dal libro Festive di Julia Stix e Eva Fischer.
Tra le 24 possibili ho scelto la Panna cotta con salsa al caramello.

Bistecca rosmarino e limone 5

Sempre per il Club del 27 ad aprile 2021 ho preparato la Bistecca limone e rosmarino con patate e cipolle arrosto

La panna cotta è una sorta di budino composto da semplici ingredienti: latte, panna e zucchero usando la colla di pesce come addensante.
Pare che sia nata ai primi del ‘900 in Piemonte e che abbia avuto una rapidissima diffusione in tutta Italia.
Viene generalmente accompagnata da salse al caramello, al cioccolato e ai frutti di bosco. Quest’ultimi vengono di norma serviti come accompagnamento.
Vista la semplicità degli ingredienti vi sono dessert simili in tante nazioni europee ma, probabilmente, solo la versione danese, il “Moos hwit”, assomiglia alla nostra classica.

La panna cotta ha avuto un vero e proprio boom negli anni ’70 e ’80 e non c’era ristorante, trattoria e pizzeria che non la proponesse.
Confesso che io stesso, in quel periodo, ne andavo pazzo e quando veniva proposta l’ordinavo sempre.
Dagli anni ’90 in poi l’ho mangiata ancora ma molto, molto, più raramente.
Posso ben dire che la panna cotta fa parte dei miei ricordi più “dolci” di quegli anni straordinari che, con il passare degli anni, affiorano sempre nitidi e piacevoli.

PANNA COTTA 2

In questa occasione ho realizzato per la prima volta questo dolce anche perché la Manu mi ha sempre detto che a lei questo dessert non piace in quanto l’ha assaggiato una sola volta e l’aveva trovato dolcissimo e stucchevole.
Non avendo esperienza diretta ho seguito pari pari la ricetta contenuta nel libro diminuendo soltanto la quantità di zucchero con la panna.
Il risultato è stato molto gradevole (parole della Manu) e l’acidità del ribes si sposa perfettamente.
Personalmente l’ho trovata forse un po’ troppo “compatta”, consistenza che magari può andare bene se avessi fatto una panna cotta in uno stampo a cassetta per poi tagliare delle fette ma, con una monoporzione l’avrei preferita più “morbida”. La prossima volta, perché ci sarà sicuramente, proverò con un foglio in meno di colla di pesce.

Preparazione
10 minuti

Categoria: Dessert

Riposo in frigorifero
da 3 a 12 ore

Cucina: Italiana

Cottura
15 minuti

Difficoltà: Facile

INGREDIENTI

(per 4 persone)
200 ml di latte intero
400 ml di panna da montare
160 g di zucchero semolato
1 bacca di vaniglia
3 fogli di gelatina
Ribes
Un cucchiaio di zucchero a velo

Acqua

PREPARAZIONE

In una casseruola versare il latte, la panna e 50 g di zucchero.

Dividere il baccello di vaniglia per il lungo, raschiare i semi e aggiungerli nella casseruola con il baccello vuoto. Cuocere a fuoco moderato per circa 15 minuti.
Nel frattempo mettere a bagno la gelatina in acqua fredda per circa 5 minuti.
In un pentolino versare lo zucchero rimanente e fare caramellare a fuoco medio fino a quando non si sarà sciolto e dorato.
Aggiungere 2 cucchiai di acqua e frullare fino a quando il composto diventa bello fluido.
Togliere dal fuoco il latte, togliere il baccello di vaniglia e aggiungere la gelatina strizzata bene. Mescolare fino al completo scioglimento della gelatina.
Sciacquare quattro piccoli stampini con acqua quindi dividere uniformemente il caramello negli stessi.
Versare il composto di latte e panna uniformemente negli stampini. Lasciare raffreddare a temperatura ambiente, quindi trasferire in frigorifero a rassodare per almeno 3 ore o, possibilmente tutta la notte.
Sgranare il ribes e versarlo in un bicchiere del mixer ad immersione con un cucchiaio di acqua e uno di zucchero a velo.
Frullare molto bene.
Al momento di servire, far riposare brevemente gli stampini in acqua calda per ammorbidire la panna cotta. Se necessario, ruotare la lama di un coltello all’interno degli stampini.
Schizzare nel piatto un po’ del frullato di ribes e, al centro capovolgere la panna cotta.
Completare con un rametto di ribes brinato e delle foglioline di menta.

ANNOTAZIONE

Le dosi indicate sono quelle della ricetta originale.
Personalmente ho messo 40 g di zucchero semolato invece dei 50 indicati e, secondo noi era già sufficientemente dolce.
Ho usato i 3 fogli di gelatina come indicato ma, sicuramente, la prossima volta ne userò una di meno perché è risultata fin troppo compatta.
Il mio caramello è abbastanza chiaro ma non ho voluto rischiare di bruciarlo.

5 comments

Anche a me piace molto la panna cotta, ma non è facile trovarne una ben fatta.
Proverò questa ricetta… ma con la tua variante, che prevede un po’ di gelatina in meno!
Grazie!

Se sei arrivato fino a qui mi piacerebbe se tu lasciassi un commento o un Like. Grazie

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.